top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreCripois Home

Casa é accogliersi

Aggiornamento: 24 mag 2021

E' da parecchio tempo che voglio soffermarmi sul concetto di accoglienza e trovare le parole giuste per descrivere l' immagine che ne porto dentro. Ho infatti notato, con il crescere del mio blog, che quasi tutti i contenuti ruotano attorno al significato di accogliere.

Penso alla nonna Rosa e a quando le raccontai del litigio con il mio fidanzato. Alla fine di quel racconto così esasperato, lei mi guardò serafica e con la semplicità che la contraddistingueva mi disse: "e tu aprigli le braccia!". E dicendolo, spiegò quel gesto con tutto il corpo, come non fosse sufficiente spiegarlo a parole. La cosa mi lasciò basita, anche perché io, estremamente complicata, non potevo accettare che esistesse una soluzione così semplice al mio problema.


Eppure la soluzione era proprio questa. E solo oggi, dopo anni e anni di duro lavoro, so che se apri le braccia al posto di chiuderle, tanti nodi si sciolgono. Tante resistenze si allentano. Tante incomprensioni diventano comprensibili. La mente ed il cuore conquistano nuovi punti di vista, le tensioni si attenuano..

Dunque Accogliere, per me, è aprire le braccia, aprire il cuore. Impresa difficilissima soprattutto nei confronti di noi stessi. Ci hanno insegnato a mettere davanti alle nostre esigenze quelle della famiglia, della società, dei figli, del capo arrogante. Abbiamo appreso sin da piccoli che la fonte di riconoscimento e amore a nostra disposizione era esterna e che quindi poteva essere conquistata a caro prezzo: quello di rinunciare a noi stessi per compiacere gli altri.


Non ci hanno insegnato, invece, che l' unica vera sorgente di amore incondizionato e di riconoscimento è quella che nasce, cresce, si alimenta e invecchia dentro di noi. Un calore, un' energia auto creata e inesauribile, un po' come il magma nel nucleo della Terra. E non bisogna fare tanto per conquistarla, basta solo riuscire a vederla.

Casa per me significa "accoglienza" prima di tutto di se stessi: riuscire a vedere quel magma, quell' energia incandescente che abbiamo dentro e nutrirla ogni giorno. Ad esempio prendendoci cura del luogo in cui viviamo, personalizzandolo e rendendolo confortevole. Prendendoci cura del nostro benessere psicofisico, osservando le nostre buone e cattive abitudini, scegliendo le persone di cui ci circondiamo e la professione che ci gratifica.

E tu, come ti accogli? Scrivilo nei commenti se ti va!!









Post recenti

Mostra tutti

Komen


bottom of page